Tanta palestra, tanta palestra

Contatto RadioSorrido.
Se penso a Contatto Radio a Varese sorrido. La bellezza degli anni più spensierati ma soprattutto la voglia di fare quello che ti appassiona mettendoci tutto l'impegno che puoi: ecco come ricordo quei periodi. Devo ringraziare Max Borrelli che mi ha insegnato un sacco di cose, ma soprattutto una: gestire una radio non è uno scherzo. Fare lo station managere è un lavoro al quale bisogna arrivare preparati: la passione e i soldi non bastano. Grazie MAX! E grazie a tutti quelli che hanno parlato con me in qui microfoni. Tutti sono diventati dei personaggi radio di primo rilievo: ricordo Francesca Amendola e Danny Virgillo, un amico che ha letteralmente cambiato la mia vita, ma di questo ti parlo in un altra storia.
Qui voglio solo ricordare la passione: quella che trasforma una serie di stanze vuote in una radio e una radio in un fenomeno che raccoglie attorno a se ascolto e ammirazione. Una meteora che ho cavalcato sempre col sorriso in onda: ero cosi pieno di me che il nome del mio programma era Magnum d.j. con la sigla vagamente ispirata al famoso telefilm :)
Usavo ancora lo pseudonimo di Giulio Rizzi, avevo i capelli lunghi, avevo i capelli, ero un ciclista da 50km al giorno per andare in radio... insomma era la fine degli anni 90.


Contenuto interessante? Condividilo ora!
Google+