Di necessità virtù

MascheratiL’ho sempre sentito dire ma solo a 41 anni ho capito cosa significa realmente questo detto: “Fare di necessità virtù”, e la cosa bella è che non ho neanche dovuto cercare su google o wikipedia.

L’ho imparato stando con le orecchie aperte, più per capire che per ascoltare, ed è stato facile, quasi indolore. Me ne sono accorto negli ultimi giorni.

I colleghi mi vedono arrivare bello bardato al lavoro: casco, stivali e guanti di ordinanza e la giacca, sopra una bella tuta antivento, divisa in parte sopra e pantaloni impermeabili sotto. A fare da “ciliegina” sulla torta due parascarpe impermeabili che mi fanno somigliare ad Armstrong che fa quel passo così importante per l’umanità sulla luna.
Mentre  sono immerso nella svestizione, che mi impegna per qualche minuto, chi non vi ha mai assistito non riesce a trattenersi: “Certo che con ‘sto freddo in moto deve essere un bel pacco”.
“Basta essere attrezzati, se sei ben coperto il freddo diventa minimo” è la mia risposta, che oramai parte in automatico.
“Si ma quando piove come fai?”
“Beh! Parto un po’ prima perché diventa tutto più lento ma per il resto è la stessa cosa: con la giusta tuta impermeabile, di acqua non ne prendi… ma la cosa migliore, per rimanere asciutti, resta sempre viaggiare senza pioggia” ribatto sorridendo e forte del fatto che quasi tutto quello che ho detto è vero.

Di solito arriva subito, ma se non succede, basta aspettare: la domanda è li che a stento si trattiene, questione di secondi e immancabile scatta, soprattutto da chi mi conosce poco:
“Scusa ma non ti conviene usare la macchina in questi giorni?”
In questi giorni?
“Il fatto è che la macchina non ce l’ho, neanche in questi giorni”.

Sorrido.


Contenuto interessante? Condividilo ora!
Google+